Strategia energetica 2050: gli impresari costruttori grigionesi dicono SÌ

La Società grigione degli impresari costruttori dice SÌ alla Strategia energetica 2050, sul cui primo pacchetto di misure si voterà il 21 maggio 2017 con la revisione della Legge sull’energia. Con questa presa di posizione gli impresari costruttori si schierano a favore di un rafforzamento degli investimenti nella produzione energetica locale e di un miglioramento dell’efficienza energetica, più precisamente nel settore degli edifici.

Oggigiorno i Grigioni producono un buon 20% dell’energia idroelettrica svizzera. Numerosi impianti sono a metà della durata della concessione e necessitano in parte di considerevoli interventi di risanamento. Al contempo il settore subisce una forte pressione economica a causa dell’energia estera che beneficia di sovvenzioni. La revisione della Legge sull’energia corregge il tiro e sostiene l’energia idroelettrica con contributi agli investimenti e un premio di mercato.

Inoltre la Legge sull’energia sottoposta a revisione dichiara esplicitamente che i progetti di potenziamento in campo idroelettrico di una certa portata sono di interesse nazionale. Per la prima volta le autorità riconoscono in maniera vincolante questa valenza nazionale equivalente agli interessi di salvaguardia sanciti nella Legge sulla protezione della natura e del paesaggio. Per la fattibilità dei progetti idroelettrici „Lago Bianco“ e „Klus“, oggi sospesi per ragioni economiche, e di conseguenza per l’energia idroelettrica e l’edilizia del Cantone dei Grigioni cantonale, ciò può essere di grande importanza.

Dai proventi della tassa sul CO2, che non subisce modifiche con la revisione di legge, 150 milioni di franchi in più possono essere destinati, senza limitazione di tempo, alla promozione dell’efficienza energetica degli edifici. Ne possono approfittare in ugual misura i proprietari di immobili bisognosi di risanamento, il settore della domotica e l’intera industria della costruzione. Nel Cantone dei Grigioni l’edilizia principale e secondaria occupa circa 15‘000 persone. Dopo il crollo dell’occupazione nella realizzazione di residenze secondarie, gli impulsi nel settore del risanamento degli edifici sono molto apprezzati e assicurano posti di lavoro nelle regioni del nostro Cantone.

A questa raccomandazione di voto la SIC GR è giunta anche spinta da argomentazioni di natura politico-normativa. Unicamente con un SÌ nell’urna lo strumento, che altera il mercato, ossia la rimunerazione a copertura dei costi per l’immissione in rete di energia elettrica, verrà chiaramente limitato nel tempo e scomparirà a partire dal 2023 risp. 2031.

Un SÌ il 21 maggio 2017 consolida la posizione dell’energia idroelettrica e dell’economia del settore artigianale-industriale, incentiva l’innovazione e lo sviluppo nell’ambito dell’efficienza energetica degli edifici e contribuisce a garantire impieghi nelle regioni.

 

Contratto per i mass media

Società grigione degli impresari costruttori

Markus Derungs
Presidente
Telefon: 081 420 30 40
Mobile: 079 611 15 01
Mail: m.derungs@derungsbau.ch

Andreas Felix
Direttore
Telefon: 081 257 08 08
Mobile: 079 445 50 71
Mail: andreas.felix@gbv.ch